Storie

Premi Suva 2023 di nuovo bassi

Nel 2021, secondo anno del coronavirus, gli infortuni notificati sono di nuovo aumentati. Grazie all’andamento favorevole dei rischi e all’assegnazione dei redditi da capitale e delle riserve di compensazione in eccedenza, i premi per il 2023 si confermano oltremodo bassi.  

Nel secondo anno della pandemia le limitazioni imposte dalle autorità in tema di lavoro e tempo libero sono state meno incisive rispetto al 2020. Di conseguenza, a parte qualche eccezione, nella maggior parte dei settori economici si è osservato un incremento degli infortuni e quindi dei costi. Per il 2021 viene pertanto meno l’effetto straordinario legato al Covid-19. Ciononostante verranno effettuate assegnazioni straordinarie agli assicurati.

Eccedenze sui redditi da capitale

Grazie al buon andamento delle borse registrato nel 2021, i redditi da capitale realizzati dalla Suva hanno determinato delle ¬eccedenze. Il Consiglio della Suva ha deciso che 824 milioni di franchi debbano andare a beneficio degli assicurati. Nell’assicurazione infortuni professionali e non professionali (AIP / AINP) ¬questa misura si traduce in un’assegnazione pari al 20 per cento dei premi netti per tutte le classi tariffali.

Calo delle rendite di invalidità

Nel 2021 il numero delle nuove rendite di invalidità ha segnato una flessione. Questo trend positivo riguardo all’andamento del rischio perdura già da alcuni anni e ha diver¬se cause. La Suva può pertanto sciogliere gli accantonamenti tecnico-¬assicurativi non più necessari. Le risorse liberate saranno utilizzate, nella classe «Installazioni elettriche e costruzione di reti», per aumentare le riserve di compensazione ancora insufficienti.

Tassi base dell’assicurazione infortuni professionali dal 1° gennaio 2023

Nelle parti di sottoclasse A0 e B0 i tassi di premio netto e lordo osservano una flessione. Nella parte di sottoclasse AK il tasso di premio netto rimane invariato, mentre il tasso di premio lordo subisce un lieve rialzo.

  • 55D A0 Impresa d’installazioni elettriche
    • Tasso base 2022: Grado 89 / Netto 1.4640 % / Lordo 1.4347 %
    • Tasso base 2023: Grado 88 / Netto 1.3950 % / Lordo 1.3811 % 
       
  • 55D AK Installazioni di sistemi di comunicazione e di multimedia
    • Tasso base 2022: Grado 74 / Netto 0.7040 % / Lordo 0.6899 %
    • Tasso base 2023: Grado 74 / Netto 0.7040 % / Lordo 0.6970 % 
       
  • 55D B0 Montaggio di linee aeree e posa di cavi sotterranei
    • Tasso base 2022: Grado 107 / Netto 3.5200 % / Lordo 3.4496 %
    • Tasso base 2023: Grado 105 / Netto 3.2000 % / Lordo 3.1680 % 

Tasso base dell’assicurazione infortuni non professionali dal 1° gennaio 2023

Nell’assicurazione infortuni non professionali il tasso di premio netto rimane invariato. Il tasso di premio lordo aumenta rispetto all’anno precedente a causa delle deduzioni straordinarie leggermente meno elevate.

  • 55D Installazioni elettriche e costruzione di reti
    • Tasso base 2022: Grado 96 / Netto 2.0610 % / Lordo 1.87 %
    • Tasso base 2023: Grado 96 / Netto 2.0610 % / Lordo 1.94 %

I tassi di premio individuali delle singole imprese possono discostarsi dai tassi base indicati, in quanto sono correlati alle attività svolte, all’andamento del rischio e al modello di premio.